Dati sulla ricerca del lavoro in Italia dal sito indeed.com

Posted on Pubblicato in Cercare & Trovare Lavoro, News dal mondo del lavoro

aziendeAgli inizi del mese di settembre sono stata contattata dal Responsabile Italia del sito indeed.com.

Indeed è un motore di ricerca (che funziona quindi un po’ come Google!) per offerte di lavoro che permette a coloro in cerca di lavoro di trovare offerte pubblicate su migliaia di siti dedicati all’offerta di lavoro inclusi siti aziendali, agenzie per il lavoro e portali del lavoro, sia gratuiti che a pagamento.

Nella giungla dei siti dedicati alla ricerca del lavoro, è da apprezzare l’attenzione alla qualità: le offerte sono mantenute solo per 30 giorni, i duplicati vengono eliminati e il database degli annunci è costantemente monitorato.

Ci siamo confrontati sul tema del mercato del lavoro in Italia, sulla base dei dati sulla domanda/offerta di lavoro che emergono dal sito.

Quali sono le città italiane che offrono maggiori opportunità di lavoro?

  1. Milano
  2. Roma
  3. Torino
  4. Napoli
  5. Bologna
  6. Firenze
  7. Brescia
  8. Padova
  9. Verona
  10. Modena

Come si può facilmente notare, le regioni più rappresentate sono quelle del Nord (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna) e del Centro Italia (Toscana e Lazio), mentre c’è solo una città del Sud, in Campania.

Dal punto di vista dell’offerta, le top 10 figure ricercate sono:

  1. Agente di comemrcio
  2. Agente plurimandatario
  3. Magazziniere
  4. Impiegato Commerciale
  5. Lavoro da casa su internet
  6. Manutentore meccanico
  7. Tecnico Commerciale
  8. Addetta alle pulizie
  9. Impegata amministrativa
  10. Ingegnere QA

La maggior parte delle posizioni richieste sono quindi di tipo commerciale (Agenti o tecnici commerciali), seguite da quelle impiegatizie e operative (tecnico della manutenzione, magazziniere e addetta alle pulizie). Al decimo posto compare una figura qualificata come quella dell’Ingegnere. Probabilmente, ampliando la ricerca alle top 25 o top 50 fugure più richieste comparirebbero altre professioni aziendali specializzate.

Per quanto riguarda chi cerca lavoro, è emerso che differentemente da quanto avviene in altri paesi come gli USA o la Francia, dove si cercano posizioni aziendali, le parole più cercate fanno riferimento a posizioni qualitativamente più basse (badante/domestica, baby sitter, autista, commessa, ecc…). Invece, la quantità di annunci relativi a questi lavori presente sul web è ancora bassa in quanto essi vengono ancora reperiti probabilmente tramite passaparola o attraverso giornali locali di annunci (come PortaPortese…), forse anche a causa di un minore accesso al web da parte di colore che necessitano di questa manodopera.

I risultati di questa analisi empirica svolta da indeed sono sicuramente significativi, mostrando in quali tipi di lavoro ed in quali regioni si hanno maggiori opportunità di trovare lavoro. Inoltre indicano come l’utilizzo di internet per la ricerca del lavoro tramite si stia diffondendo sempre di più, in particolare per posizioni di media qualifica.

Ritentgo che, come tutti gli strumenti, internet vada saputo utilizzare e  “dosare” con altri canali di ricerca come la candidatura spontanea ed il passaparola all’interno del proprio network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *