Settembre: Ritornare al lavoro … e ritrovare la motivazione!

Posted on Pubblicato in Coaching

CB013829Settembre è il mese della ripresa delle attività quotidiane dopo la pausa estiva: bisogna tornare ad alzarsi presto la mattina, prendere la macchina o i mezzi per recarsi sul posto di lavoro, occupare la tanto “amata” postazione di lavoro, interfacciarsi di nuovo con il capo ed i colleghi, i clienti o i fornitori….non è mica facile!!

Sappiamo bene come le vacanze ci portino a vivere in posti diversi, con persone diverse, con ritmi diversi, spezzando quelle che sono le abitudini acquisite in 11 mesi di lavoro e di vita quotidiana.

E’ quindi piuttosto diffuso l’effetto “Costa Crociere”! Si darebbe qualunque cosa pur di tornare in vacanza!

Solitamente le ferie ci aiutano a ricaricarci, a recuperare energie fisiche e mentali, ma anche a dedicare più tempo a noi stessi e ai nostri cari.

Rientrando al lavoro, una delle prime domande da farsi è: come posso trovare del tempo per me? come posso equilibrare maggiormente la mia vita professionale con quella privata? cosa sono disposto a fare per raggiungere maggiore equilibrio e serenità, non solo in vacanza ma durante tutto l’anno?

Un’altra domanda fondamentale è: cosa è che mi spinge a lavorare? oltre alla sopravvivenza, ai soldi o al “titolo”, c’è qualcosa che mi motiva e mi piace veramente?

Rispondere ci aiuterà a riscoprire gli aspetti positivi della nostra attività e a riscoprirne il senso!

E se invece scopriamo (o meglio finalmente confessiamo a noi stessi ciò che già sapevamo!) che quello che stiamo facendo non è il lavoro che fa per noi e che siamo insoddisfatti?

Non abbiamo paura di chiederci cosa vogliamo veramente. come vogliamo che sia la nostra vita professionale, cosa vogliamo raggiungere e realizzare!

La consapevolezza di sè, dei propri desideri autentici è il primo passo necessario a definire i nostri obiettivi e realizzarli!

Se in questo momento della vita abbiamo scoperto di aver bisogno di un cambiamento, ringraziamo noi stessi, il nostro Io autentico che vuole la nostra piena realizzazione! E’ un’opportunità da non perdere!

PS: Se pensi di aver bisogno di un supporto per fare chiarezza dentro di te, capire cosa vuoi veramente e scoprire come farlo, puoi contattarmi per un colloquio di coaching gratuito, iscrivendoti su questa pagina!

2 thoughts

  1. ma più che altro io mi domanderei: ma perchè devo lavorare 8 ore per un salario che non mi basta? e magari avere 2 ore di spacco che mi rovinano completamente la giornata, in pratica vivo per lavorare, non per godermi la vita!!!perchè devo lavorare 11 mesi e qualcosa per avere l/2 settimane di agosto di ferie come tutti gli altri mortali?(per poi ritrovami in luoghi sovraffolati se vado in vacanza)?Chi mi risponde a queste domande? vuoi le risposte alle tue eccole: lavoro perchè se voglio continuare a vivere devo comprare da mangiare, perchè devo pagarmi un’auto per arrivare a lavoro che a sua volta ha le sue spese (assicurazione, benzina, tassa, etc etc), o magari perchè volendo risparmiare vado con i mezzi pubblici!!perchè mi piace stare in forma e andare in palestra… etc etc, qualcosa che mi motivi a lavorare, fammi pensare… farei volentieri l’istruttore di fitness o palestra, ma peccato che abbia 33anni sono solo diplomato e sarei vicino alla fine della carriera di personal trainer o simili!!!altri sbocchi: abbandonare questa italia di tiranni ed egoisti, sbarcare il lunario andare all’estero, e se lo sapevo lo facevo invece di comprarmi un’auto per un lavoro futuro che tutt’oggi ancora non c’è, e sono in cerca da 3anni quasi, (solo lavoretti di un mese, giusto il periodo di prova!!argh!) e che oggi son costretto a vendere per non pagare le tasse di base a cui non si può scappare. ah!ce ne sarebbero tante altre di domande ma meglio che mi fermi qui.
    Buona Giornata Grazie per lo Sfogo
    nel caso arrivederci
    Luigi

  2. ciao luigi!è dura lo sappiamo bene!
    sappiamo anche che ci sono dei lavori dove si fatica di più…altri di meno…che ci sono dei lavori dove si guadagna di più e altri di meno….
    dobbiamo sempre cercare di migliorare la nostra condizione lavorativa, anche se questo può voler dire a volte investire su noi stessi, in formazione, coaching, aggiornamento ecc!
    e poi è fondamentale cercare anche fonti alternative di reddito: può essere una piccola attività in proprio, compravendita su ebay, trading in borsa…ce ne sono di strade bisogna solo trovare quella che fa per noi e dedicarci tempo ed energie: i risultati arrivano!
    in bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *