Quale modello scegliere per il tuo Curriculum?

Posted on Pubblicato in CV e Lettera di Presentazione

42-15448441Tempo di saldi e di vetrine che tentano o che ci lasciano indifferenti… L’utilità, il rapporto qualità/prezzo e l’originalità, sono soltanto alcuni dei fattori che inducono  all’acquisto o invogliano semplicemente a curiosare tra gli scaffali di un negozio.

Ma qual’é il legame tra una vetrina di un negozio e la ricerca del lavoro?

Cercare un lavoro richiede determinati strumenti che, per risultare efficaci, devono possedere caratteristiche che catturino l’attenzione di chi li “guarda”.

Immagina di essere un giornale in edicola e di dover convincere un lettore non a comprarti, ma giusto a sfogliare qualche pagina per vedere se c’è qualcosa di interessante.  Cosa faresti per riuscire a raggiungere questo obiettivo?

Ovviamente non siamo né giornali, né vestiti, ma tra gli strumenti utilizzati per la ricerca del lavoro il Curriculum vitae rappresenta indubbiamente la nostra vetrina principale.

Un’associazione sui generis che deve far riflettere sull’utilità di redigere un CV quanto più possibile efficace, che c’entri l’obiettivo: ossia, far ottenere un colloquio.

La nostra vetrina deve quindi possedere quelle caratteristiche di grafica, di forma e di struttura che colpiscono positivamente il selezionatore!

Per quanto riguarda il modello del CV, forse non tutti sanno che esistono ben 3 possibilità di scelta: Europass, Cronologico o Funzionale

  • il modello Europass, molto schematico, standardizzato e piuttosto elaborato, è stato progettato per fornire un linguaggio comune per chi vuole inserirsi in un ambiente lavorativo europeo o istituzionale (ad esempio la Pubblica Amministrazione)
  • il modello Cronologico (anche detto “tradizionale” segnala le esperienze di lavoro e di formazione più rilevanti a partire dalla più recente. Risulta più essenziale, personalizzato e meno ridondante rispetto al precendente;
  • infine, quello Funzionale permette di evidenziare la varietà delle esperienze lavorative/formative, suddividendole per ambiti di attività piuttosto che per ordine cronologico. In questo modo si rendono meno evidenti eventuali pause o salti da un settore ed un altro.

Per avere ulteriori chiarimenti in merito ai modelli citati e per trovare un esempio di Cv compilato per ciascun tipo, ti consigliamo di scaricare la nostra Guida Gratuita sul Curriculum Vitae.

Se vuoi essere sicuro di presentarti con un CV ritagliato su misura sulle tue caratteristiche e su quelle del lavoro che stai cercando, allora richiedi il nostro servizio di revisione ed ottimizzazione del CV:Tutte le informazioni su questa pagina.

2 thoughts

  1. Ben fatto, chiaro, completo e ben organizzato.
    Complimenti!
    Rimando a noi un eventuale confronto sul tema.
    Buon proseguimento e buon lavoro!
    😉

  2. Grazie Marco, avere questo feedback da un professionista dell’orientamento come te non può che farci piacere!
    restiamo in contatto per le iniziative di cui abbiamo già parlato!
    a presto! Mariangela Tripaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *