Scoprire le opportunità che ci circondano

Posted on Pubblicato in Cercare & Trovare Lavoro, Coaching, Inventarsi un lavoro

Negli articoli precedenti abbiamo parlato dell’importanza di ripartire da sé stessi e di imparare a guardare la realtà in modo diverso, specialmente in un momento incerto e turbolento come questo.

Alcuni giustamente possono obiettare che anche se ci mettiamo a meditare o indossiamo gli occhiali rosa, la realtà non cambia! Lo dicono tutte le statistiche: siamo in recessione (in Italia ma anche nel resto d’Europa), le aziende (così come i negozi e le piccole attività imprenditoriali) chiudono, la disoccupazione aumenta…e nel frattempo c’è sempre qualcuno che continua a rubare i soldi come se non fosse niente…!

E quindi, di cosa stiamo parlando?!

Di un concetto quanto mai complesso, quello di REALTA’ , sul quale filosofi e fisici, psicologi e antropologi continuano a dibattere senza tregua tra materialisti-assolutisti e costruttivisti-relativisti…

Senza addentrarci nei massimi sistemi, quello che vogliamo esprimere è semplicemente che ciò che chiamiamo realtà può essere visto sotto (infiniti?) punti di vista differenti e che in base agli occhiali che indossiamo (ossia in base alla concezione del mondo che abbiamo) possiamo percepire differenti dimensioni o aspetti della realtà!

Hai presente gli occhiali 3d (rossi e blu)? Se li usi per guardare questo video avrai una percezione decisamente diversa rispetto a quella che avresti ad occhio nudo!

 

Quindi la logica è quella di ampliare la propria prospettiva, di andare al di là di quella “esistente” e di aggiungere dimensioni nuove a ciò che viene percepito come limitato o limitante!

Se credi che di opportunità (di lavoro, di business, di crescita finanziaria) non è possibile trovarne in questo momento perché non ce ne sono, non le vedrai e quindi finirai per avere ragione!

Il presupposto di questo articolo “scoprire le opportunità che ci circondano” è proprio questo: ci sono delle opportunità più o meno vicine a noi, più o meno nascoste, che però possiamo vedere…o andare a scovare solo se ci mettiamo alla loro ricerca, se apriamo occhi, orecchie e tutti i nostri sensi per percepirle!

Ti è mai capitato lo “strano” effetto per cui, dopo aver parlato con qualcuno di un titolo di un libro o di un autore, vai in libreria, magari quella che frequenti abitualmente, e trovi immediatamente proprio quel libro, che magari stava lì da mesi ma che tu non avevi neppure notato?

Si tratta del fenomeno, noto in psicologia, dell’attenzione guidata dal SAR (sistema di attivazione reticolare) , un’area del nostro cervello che seleziona tra gli infiniti stimoli che riceviamo, quelli più “salienti” per noi, in base alle nostre esperienze e aspettative. In pratica percepiamo ciò che siamo abituati a percepire e ciò che ci aspettiamo di percepire!

Applicando questo meccanismo al mondo del lavoro, possiamo notare, ad esempio, come si tende a prestare maggiore attenzione e quindi ad avere maggiori informazioni  sulle aziende in crisi (anche perché siamo bombardati dai media!), piuttosto che a quelle che stanno aprendo, che stanno resistendo o che addirittura si stanno espandendo (anche se fossero poche…questo non significa che non esistano!).

Inoltre se ci concentriamo solo sulla ricerca tramite annunci sui siti specializzati, perdiamo di vista le opportunità che viaggiano altrove: fuori (contatti, conoscenze) e dentro la rete (social network, news riguardanti le aziende o il territorio, ecc…).

 

In sintesi, se crederai che le opportunità per te esistono, inizierai a percepirle, magari all’inizio da lontano, poi piano piano sempre più vicine. Se le percepirai, inizierai ad agire per avvicinarti, per coglierle… o per costruirle!

 

Concludiamo con una divertente battuta di Woody Allen: “È chiaro che il futuro offre grandi opportunità. È anche disseminato di trabocchetti. Il trucco consiste nell’evitare i trabocchetti, prendere al balzo le opportunità e rientrare a casa per l’ora di cena.”

2 thoughts

  1. Mi trovo daccordo con te,Mariangela.Assumere un atteggiamento costruttivo e positivo aiuta sicuramente a vedere e scoprire aspetti della realtà che non avevamo mai visto finora e che erano proprio davanti ai nostri occhi (o quasi!),come nuove opportunità formative e lavorative, anche se piccole;attività di volontariato anche nella propria zona di residenza,la pubblicazione di articoli,elaborati,ecc…per una casa editrice anche poco importante ma che piano piano avrebbero portato alla nostra crescita interiore,sociale,psicologica,lavorativa e a raggiungere la tappa successiva del nostro percorso di vita.
    Bisogna iniziare dalle piccole cose,come diceva,se non erro,Giuly nell’artiolo precedente,come alzarsi presto la mattina,ecc…e stabilire alcune o almeno una cosa importante da fare ogni giorno.
    RAGGIUNGERE PICCOLI TRAGUARDI PER RAGGIUNGERE IL GRANDE TRAGUARDO FINALE.
    OGNI OPPORTUNITà PERSA è UN PASSO IN MENO VERSO LA CRESCITA E IL TRAGUARDO FINALE.
    Parlo per esperienza…sono pentita per ogni occasione che non ho colto!
    Auguri a tutti per questo “NUOVO INIZIO LAVORI!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *