Nuove professioni del Web: tipologie e competenze richieste

Posted on Pubblicato in CoachLavoro, Inventarsi un lavoro, Lavoro Giovani, News dal mondo del lavoro

Empty Office Chair and DeskCome la rivoluzione industriale dell’800, così anche quella di Internet del 2000 sta cambiando radicalmente lo scenario del mercato del lavoro, insieme a quello economico e sociale. Per questo è davvero rischioso ignorare o trascurare questo fenomeno, continuando a guardare al passato, a ciò che era e non sarà più, anzichè guardare avanti ad un futuro che è già presente!

E’ opportuno quindi riconoscere e comprendere le dinamiche della rete per poterci “navigare” (è proprio il caso di dirlo) sfruttandone le onde e le correnti di opportunità!

Se i Wwworkers sono i nuovi lavoratori (autonomi) della rete che trasformano la propria attività professionale o la inventano ex-novo grazie alla rete, i professionisti del Web sono in grado di gestire siti e blog aziendali, di curare i rapporti con la community, di gestire campagne marketing online e così via…

 

Quali sono le professioni emergenti del web

Giulio Xhaet, esperto di social media marketing e networking ha ricercato e categorizzato le nuove professioni 2.0 così:

All-Line Advertiser – E’ lo stratega delle campagne di marketing e pubblicità capace di integrare abilmente l’online con l’offline. Sa come attirare la distratta attenzione dei clienti con advertising virali e d’effetto e come fidelizzarli attravero esperienze emozionali.

Transmedia Web Editor – E’ il Creatore dei Contenuti, che comprendono articoli testuali, aggiornamenti multimediali, e qualsiasi tipologia di informazioni specifiche fruibili su siti e blog professionali. E’ una figura “transmediale” in quanto sa utilizzare più piattaforme per condividere i contenuti e per confrontarsi con un pubblico che diventa non più spettatore ma protagonista della conversazione digitale.

Community Manager – E’ il Portavoce della community in rete, ossia di gruppi di persone accomunate da un interesse specifico, che frequentano forum, blog & microblog, social & professional network e comunità di vario tipo. Il suo compito è quello di attrarre gli utenti, coinvolgerli e renderli partecipi e di gestire positivamente le critiche.

Web Analyst – E’ l’interprete delle modalità di navigazione degli utenti. Analizza i dati di chi, quando, dove, come accede al sito e vi naviga. Scopre quali sono le fonti principali di traffico e quali sono le pagine più visitate per tarare il sito su misura del suo target.

Search Engine Optimizer (SEO) – E’ l’ottimizzatore della visibilità del sito, soprattutto in riferimento al traffico portato dai motori di ricerca, Google in primis. Il suo compito è quello di migliorare l’indicizzazione del sito in base alle parole chiave, con l’obiettivo di essere in cima alla prima pagina dei risultati delle ricerche.

Content Curator è il selezionatore e aggregatore di fonti e notizie: nell’oceano delle informazioni presenti in rete deve essere in grado di filtrarle e di utilizzarle in modo funzionale ai propri obiettivi

Digital PR – E’ l’architetto delle People Relation, in grado di costruire e sviluppare contatti e organizzare eventi sempre a cavallo tra online e offline. Cura la comunicazione in tempo reale e crea occasioni proficue di incontro tra reale e virtuale, fiducioso delle collaborazioni che possono nascere dal proprio network.

eReputation Manager – E’ il Guardiano della reputazione aziendale: monitora costantemente quanto si parla e cosa si dice dell’azienda, del prodotto/servizio e di adopera, insieme agli altri professionisti, per incrementarne il valore.

Quali competenze devono possedere i nuovi professionisti del web

Non solo codici, linguaggi di programmazione e tecnologie, ma anche e soprattutto competenze trasversali che possono fare la differenza.

Xhaet ne ha identificato 4 fondamentali:

  1. Real Time Attitude: attitudine alla gestione del tempo reale;
  2. All-Line Attitude: attitudine all’integrazione on-line/off‑-line;
  3. InnovHunting Attitude: attitudine alla ricerca, selezione e cura di fonti e notizie
  4. TransMedia Attitude: attitudine al lancio e gestione di campagne di marketing, promozione multicanale, co-create con l’utenza.

 

A ciascuno il suo talento

Se è vero che tutti i professionisti del Web devono possedere le competenze sopra elencate, è anche vero che la loro combinazione ed il livello qualitativo cambiano per ciascun profilo professionale.

Ad esempio, l’esperto di Advertising deve essere soprattutto capace di avere una “visione integrata” e di “interpretare sistemi complessi”, intuendo quali saranno i trend e come “evolverà nel tempo la situazione complessiva”.

Il Creatore di contenuti deve possedere una propria voce caratteristica: infatti non si deve limitare ad un mero “copia e incolla” dei contenuti che trova sparsi in rete ma piuttosto deve elaborarli ed interpretarli con una propria cifra stilistica inconfondibile.

Il Community Manager deve avere il talento dell’empatia, per essere capace di relazionarsi con ciascun utente in maniera differenziata e di coinvolgere la community non solo attraverso una comunicazione logico-razionale ma anche sensibile ed emozionale.

Il Web Analyst è capace non solo di analizzare i dati ma anche di interpolarli e di  interpretarli all’interno di un quadro complessivo.

Il talento fondamentale dell’esperto SEO è quello di simulare e sperimentare nuove soluzioni che possono essere funzionali all’ottimizzazione del sito, seguendo gli aggiornamenti continui degli algoritmi dei motori di ricerca.

Il Content Curator di talento possiede un “sesto senso”, qualche volta innato, ma più spesso acquisito con anni di esperienza sul campo, nel comprendere quali fonti stiano dando le notizie più importanti sugli argomenti di loro interesse”.

L’attitudine essenziale del Digital PR è quella di relazione e networking, funzionali a “creare vaste reti di contatti sul web, e cercare di ritrovare le relazioni instaurate in situazioni dal vivo”.

Il Gestore della Reputazione digitale deve essere capace di gestire ed interpretare gli elementi semantici e linguistici prodotti nella rete, oltre che di muoversi in stretta sinergia con Digital Pr, Community Manager e con gli specialisti dell’advertising.

 

Per approfondirelibro_Xhaet

Vista il sito ufficiale “Le nuove Professioni del Web“.

Partecipa al Convegno “Le nuove professioni del web con i professionisti della comunicazione e del marketing digitale” che si svolgerà a Roma il 24 giugno 2013 dalle ore 9.30 alle 13 presso la sede di FederServizi (zona EUR).

Per leggere il programma e iscriversi all’evento gratuito clicca qui.